JUJITSU TRADIZIONALE

Visita il sito

Ju Jitsu tradizionale è costituito principalmente da quattro ambiti di studio:

Il Kobudo è la completa arte militare medioevale, che studia il maneggio e i Kata delle antiche armi giapponesi. In questa sezione vengono affrontate tre tipologie di armi:

  1. Armi (bianche) con lama
  2. Armi di legno / metallo corte
  3. Armi di legno / metallo lunghe

Armi (bianche) con lama - Nelle armi bianche con lama o di acciaio si incontra il Tanto, coltello ricurvo ad un solo taglio, la Katana, spada ricurva classica dei samurai ad un solo taglio, la Naginata, lancia composta da un’asta di legno o di acciaio lunga circa 180cm e fissata ad un’estremità una punta con una lama e il Kama, falcetto con manico di legno e lama ricurva su un’estremità, in genere usato in coppia.

Armi di legno o metallo corte - Nelle armi di legno o metallo corte, si incontra  il Sai o Jitte, tridente efficace neutralizzatore della spada anche questo in genere usato in coppia, il Tessen, ventaglio, il Tonfa, manganello di uso recente di legno a doppia impugnatura in genere nella tradizione usato in coppia e il Nunchaku, arma costituita da due blocchi di legno uniti da una catena centrale e i bastoni corti di 35cm in bamboo o maculati.

Armi di legno lunghe - Nelle armi di legno lunghe si incontra il Bo, bastone lungo di circa 180cm, l’Eku, remo di circa 160cm, il Jo, bastone medio di circa 130cm e lo Yumi, arco

Il Kata è un esercizio individuale, forma tradizionale predefinita a mano nuda e con l’utilizzo di armi.

L’Embu è un esercizio a mani nude di coordinazione e di concentrazione praticato a coppie che sviluppa una serie di tecniche combinate e concatenate tra loro.